Viadellafucina16: nuovi residenti

By KH, 18 Marzo 2020

Siamo lieti di annunciare gli esiti della II edizione del programma di residenza in Viadellafucina16 Condominio-Museo, promosso da Kaninchen-Haus con il sostegno di Mibact SIAE nell’ambito dell’iniziativa Perchicrea, con il Patrocinio della Città di Torino.

Gli artisti sono stati selezionati dagli stessi abitanti dello stabile attraverso la mediazione del Comitato Scientifico di ViadellaFucina16, composto da a.titolo – Guido Costa – Emilio Fantin – Beatrice Merz – Alessandra Pioselli – Pier Luigi Sacco – Anna Pironti – Patrizia Sandretto Re Rebaudengo – Catterina Seia
e del Board di Advisor di Kaninchen-Haus composto da Laura Barreca – Giuliana Benassi  – Giorgio Caione – Alessandro Carrer  – Stefano Coletto – Stefania Crobe – Pietro Gaglianò – Sergey Kantsedal  – Paolo Mele – Giulia Mengozzi – Caterina Molteni – Giangavino Pazzola  – Samuele Piazza – Adriana Rispoli – Simona Squadrito e Lisa Andreani – Maria Chiara Valacchi  e dagli spazi Casa Sponge, L’Ascensore, Like a litte disaster, Carico Massimo, recontemporary.

Esiti del Bando per artisti 2019-20

Nicola Baratto, L’Alessandria che ormai fugge

Il progetto intende tracciare una connessione tra Viadellafucina16 e l’istituzionale Museo Egizio di Torino per indagare le ragioni che spingono alla creazione di una collezione e le modalità attraverso le quali viene acquisita, presentata ed esperita dal pubblico. L’analisi porterà alla realizzazione di una scenografa-wunderkammer, set-display di un breve film sulla ricerca svolta dall’artista – da girare in collaborazione con gli abitanti del condominio interessati al tema – con lo scopo di attivare nuove relazioni di conoscenza tra i due poli artistici e le loro collezioni.Sito web: https://barattomouravas.com/

Raffaele Cirianni, Ungentrify (prove visive di cooperazione e resistenza)

A partire dalla storia legata all’industria tessile che ha caratterizzato per quasi un secolo il quartiere Aurora e al concetto di gentrificazione, il progetto vuole stimolare una sinergia e un processo di autocoscienza tra i nuovi residenti del quartiere e gli abitanti. Verranno realizzate, con il coinvolgimento sia dei singoli privati che delle attività commerciali operanti sul territorio, una serie di tende e bandiere da donare allo stabile per attivare nuove pratiche relazionali e sociali.
Sito web: https://www.instagram.com/cirianniraffaele/

Daniele Costa, Porta Palazzo

Il progetto parte dalla definizione di condominio, un insieme di persone, realtà, soggetti e singolarità che vengono a contatto all’interno di uno spazio di co-proprietà. L’artista vuole raccontare, attraverso il mezzo video, le diverse storie personali dei condomini che danno vita all’identità dello stabile stesso, in un rapporto di sinergia costante. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di un “cinema condomino”, dove invitare la comunità a visionare dei film di video-arte.
Sito web: https://cargocollective.com/danielecosta

Simona Anna Gentile, Marlene
Il progetto – il cui nome prende spunto dalla vendita di prodotti dell’azienda Mele Marlene al Mercato di Porta Palazzo – vuole riflettere sulla possibilità di creare connessioni attraverso un atto di scambio condiviso: il baratto. In cambio di 50 lenzuola o scarti tessili di diverso genere appartenenti ai condomini dello stabile, l’artista si impegna a donare 50 plaid nuovi, uno per ogni appartamento, come simbolo di protezione e cura verso il prossimo.
Sito web: https://www.instagram.com/simona_anna_gentile/

Leonardo Ruta e Antonella Genuardi, Ball Lightining

Il progetto nasce dalla volontà del duo artistico di riflettere sul modo in cui la luce naturale colpisce le strutture architettoniche del palazzo e come questo condizioni lo stare insieme. Dopo un attento studio sulle forme che scaturiscono dall’incontro tra luce e architettura, verrà elaborato un modello 3D per studiare i materiali più adatti alla realizzazione dell’opera finale.
Sito web: https://genuardiruta.jimdo.com/

Matteo Vettorello, Rilevatore di benessere del vicinato per l’ottimizzazione della tranquillità di un condominio o R.B.V.O.T.C. (0 1)

È un dispositivo in grado di quantificare le energie positive che esistono all’interno del condominio. Grazie all’installazione di un sensore cardiaco posto all’entrata dello stabile, ogni utente potrà misurare la propria capacità di rilassamento. L’energia positiva di tutti gli abitanti sarà determinata dal tempo che si dedicherà all’esame – attraverso saturimetro – e la capacità di rallentare il proprio battito cardiaco.
Sito web: http://www.matteovettorello.it/

Menzioni speciali

  • INA Shanta-Melilli
  • Diego Cibelli

viadellafucina16 Ã¨ il primo esperimento internazionale di condominio-museo, creato da Kaninchen-Haus nel 2016 da un’idea dell’artista Brice Coniglio. Cuore del progetto è un innovativo programma di residenza per artisti nel condominio di via La Salle 16 (già “via della Fucina”), nel quartiere torinese di Porta Palazzo, sede del più grande mercato all’aperto d’Europa. Tramite open call internazionale, la cui prima edizione ha ricevuto oltre 400 candidature da tutto il mondo, gli artisti sono stati invitati a trascorrere periodi di residenza nello stabile, durante i quali realizzare interventi e opere negli spazi comuni al fine di attivare il dialogo tra le diverse comunità che lo abitano e favorire la riqualificazione del maestoso edificio ottocentesco, oggi in stato di trentennale degrado e abbandono.
I progetti vincitori sono selezionati dagli stessi abitanti del condominio (circa 200 persone di ogni nazionalità distribuiti in 53 appartamenti) con la mediazione di un board di curatori e addetti ai lavori, sulla base della capacità di coinvolgere la comunità, di interpretarne i desideri, di attivare nuove forme di socialità attraverso percorsi di co-creazione e cura degli spazi.
Il condominio – punto di intersezione tra dominio pubblico e privato – si apre alla pratica artistica come fattore di rigenerazione estetica, sociale e culturale, divenendo così un luogo simbolico attraverso cui la comunità rappresenta se stessa, così come un tempo i palazzi signorili – decorati dagli artisti – rappresentavano il prestigio delle singole casate. Il condominio-museo è diventato oggi una straordinaria fabbrica di produzione culturale e innovazione sociale ospitando opere e performance di giovani artisti così come contributi di grandi maestri come Giorgio Griffa o Michelangelo Pistoletto.
viadellafucina16 rappresenta un inedito innesto della pratica artistica nel tessuto vitale di una comunità circoscritta che intende dimostrare, attraverso un esperimento condotto in un contesto ridotto, come l’arte e la cultura possano diventare strumenti efficaci nella risoluzione dei conflitti e per una trasformazione collettiva.
Grazie al sostegno di Compagnia di San Paolo nell’ambito del programma OPENLAB, Kaninchen-Haus è ora impegnata nell’elaborazione di un modello che renda il progetto replicabile in nuovi contesti. 

www.condominiomuseo.it
facebook e instagram: viadellafucina16

What do you think?

Rispondi